Il Cd Anti-Autovelox

scritto da alessandro il 5 settembre 2009 Commenti 5 Leggende del quotidiano

Questa storia, etichettabile non tanto come leggenda metropolitana ma piuttosto come voce, ha cominciato a dilagare in Italia da qualche anno.

Non è facile risalire alla fonte, anche perché circolano diverse versioni. Il fatto è che si dice che un CD sarebbe in grado di riflettere il raggio laser del telelaser, uno dei rilevatri elettronici di velocità utilizzati dalla Polizia Stradale Italiana, o di riflettere il flash degli autovelox, impedendo così l’identificazione della vettura o causando un malfunzionamento all’apparecchio.

Incerti sono anche i posti dove posizionare il CD. C’è chi lo mette appeso allo specchietto retrovisore, chi sul lunotto posteriore, chi appeso al finestrino.

Commenti

Huge
11/03/2010 05:00:54
qualche anno fa l'eminente testata Quattruote fece una prova per testare la veridicità di questa leggenda. Provò con uno, poi due, poi tanti cd da riempire tutto il parabrezza. Il risultato fu che non cambiava assolutamente nulla!
zanna
15/03/2010 15:51:37
A me, dopo una multa per eccesso di velocità dovuta ad un autovelox, è stato consigliato di spruzzare la targa con la lacca che avrebbe dovuto rendere l'immagine della fotografia illeggibile
Vinz
15/04/2010 16:34:47
Nemmeno con la lacca funziona. Un metodo c'è, e si chiama Stinger DSI
paprizio
11/12/2010 12:54:34
"A me, dopo una multa per eccesso di velocità dovuta ad un autovelox"    è meraviglioso. è come se lasci la macchina in doppia fila, torni, trovi la multa e la classifichi come "multa per divieto di sosta dovuta a carta e penna". si dice "dovuta alla mia inciviltà" o "dovuta alla mia strafottenza delle regole"
rrt
08/01/2011 13:59:23
il top della "ciste" (sfiga in napoletano) restano le suore nella 127 bianca!
Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in