Cokelore: leggende sulla Coca Cola

scritto da alessandro il 5 settembre 2004 Commenti 0 Commerciali

Più di un secolo dopo la creazione della Coca-Cola, che risale al 1886 ad opera del farmacista John Pemberton, molti concordano nel dire che non è solamente una bevanda. E' un simbolo, un mito. E in quanto tale la cultura popolare gli ha attribuito nel corso del tempo e dei trend culturali molteplici proprietà che si distanziano parecchio dalla sua semplice funzione di bibita. Partendo dalla presunta segretezza della formula che la rende quasi una pozione magica, misteriosa, spiccano i numerosi usi alternativi o le proprietà fantastiche che le sono stati attribuiti nell'immaginario collettivo, dapprima negli Stati Uniti, e poi in tutto il pianeta.

Paolo Toselli ci fa notare che "i contenuti folkloristici di tali credenze sono talmente diffusi e consolidati che gli addetti ai lavori hanno coniato il termine Coke-Lore per riferirsi a un così vasto fenomeno".

Alcune voci si dimostrarono vere, come ad esempio il fatto che nella sua formula originaria la Coca-Cola contenesse degli estratti della foglia di Coca, dalla quale si ottiene la cocaina. Il suo nome deriva dal fatto di contenere foglie di Coca e semi di Cola. Prima che pensiate che nei sui cento e passa anni la Coca-Cola ci abbia reso tutti dei dipendenti, c'è da dire che nel 1880 era molto comune l'uso di cocaina all'interno di farmaci (pensate che la bevanda nacque proprio come tale). Quando si scoprì che la cocaina era dannosa, non solo venne eliminata da molti dei farmaci e medicinali usati al tempo, ma anche dalla bevanda che noi tutti conosciamo. Probabilmente proprio da queste vicende deriva la leggendaria segretezza della formula, poiché subì una serie di cambiamenti e aggiustamenti nel corso degli anni, avvalendosi delle moderne tecnologie farmaceutiche e alimentari.

Tags:

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in